Eazel

Italiano

Left Behind: Eternal Forces

Download

Al comando della Tribulation Force per convertire al Cristianesimo gli schieramenti dell'Anticristo

Pros

  • Strategia accurata
  • Bel design delle strade
  • Modalità multiplayer
  • Livello di Spirito da seguire con attenzione
  • Gestione delle proprie forze e risorse

Contre

  • Concept un po' bizzarro
  • Interfaccia accusa ritardi

Left Behind: Eternal Forces è un gioco di strategia in tempo reale per PC pubblicato da Inspired Media Entertainment che prende spunto dalla serie di romanzi religiosi. L’ultima frontiera del Cristianesimo per ribellarsi all’Anticristo.

Una bagarre religiosa

Titolo e concept di chiara matrice religiosa, soggetto anche a svariate critiche sull’intolleranza che ne traspare. Ma un polverone si è alzato anche dal lato della Chiesa per l’immagine che si fornisce di essa tramite un videogioco aperto a tutti. E’ anche vero che spesso i videogiochi si basano su idee abbastana bizzarre. Ma evangelizzare un intero pianeta in nome di Cristo, magari anche con l’uso della forza, è una sorta di fanatismo che nessuno può accettare.

Il giocatore avrà nelle mani la Tribulation Force, l’ultimo gruppo dichiaratamente cristiano rimasto sulla Terra dopo la scomparsa misteriosa degli altri, e dovrà sconfiggere la comunità globale guidata dall’Anticristo Nicholae Carpathia. L’obiettivo è cercare di convertire sia i civili neutrali che gli alleati della community.

New York è il campo di battaglia e i missionari sono le vostre forze armate. Ma vi accorgerete che sarà una guerra sui generis. Tutta sta nel saper gestire accuratamente le forze a disposizione, come oro, cibo e alloggio, nonchè piazzando al posto giusto i propri discepoli. Le risorse potrete monitorarle costantemente in alto sul vostro schermo.

Possibile divertirsi anche con la modalità multiplayer, che include fino ad otto partecipanti online. Potrà esserci un gruppo che assumerà il comando della Tribolation Force e un altro che vi sfiderà nelle vesti della comunità globale.

E' fondamentale fin dall'inizio girare per la città e reclutare i civili per farli diventare credenti. Poi si può decidere per loro di farli diventare costruttori di edifici (industrie per la produzione di risorse o semplicemente banche), musicisti di canti gospel o mandarli sul campo di battaglia, nonchè promuovere medici per aiutare le persone in difficoltà.

C’è anche una diseguagliana nella scelta dei ruoli: solo le donne possono essere infermiere, solo gli uomini possono costruire. Ma bisogna valutare ogni piccolo dettaglio perchè non è possibile lasciare libere le unità di prendere le loro decisioni. Hai troppi pochi uomini e vanno seguiti passo passo, la funzione di evangelizzazione automatica è meglio non prenderla in considerazione.

Pregate e non fate la guerra

Il livello di Spirito di ogni unità presente nel gioco è la tua risorsa decisiva. Se si mantiene alto (ad esempio pregando), almeno al di sopra del 60, si attrarrano nuove anime tra i “buoni”. Se si lascia scivolare troppo in basso (con l’uccisione di troppi nemici), le unità convertite torneranno neutrali o avversarie, con il rischio in ultima istanza di perdere la partita.

Non è un tipico gioco RTS dove spazzare via il nemico. La guerra sarà necessaria solo se non si riescono a convertire le altre componenti in maniera pacifica. Anche perchè il gioco invita ad evitare spargimenti di sangue, deleteri come visto per il tuo prosieguo. Dall’altra parte però i nemici non ci penseranno su due volte prima di fare fuoco non avendo alcuno Spirito a cui badare. Quidi bisogna essere convincenti con i propri musicisti e i propri discepoli per aggiudicarsi la fede di questi dissidenti senza essere prima ammazzati. E andando avanti nel gioco non sarà una missione priva di ostacoli.

Possibile divertirsi anche con la modalità multiplayer, che include fino ad otto partecipanti online. Potrà esserci un gruppo che assumerà il comando della Tribolation Force e un altro che vi sfiderà nelle vesti della comunità globale. Stessi eserciti e stesso equipaggiamento. E soprattutto stessa voglia di uccidere. Ma non sarebbe contrario allo spirito del gioco?

Purtroppo l’interfaccia riserva un po’ di ritardi: non di rado avrai bisogno di diversi click per prelevare un’unità. A parte questo, per il resto i comandi sono certamente intuitivi. Il design delle strade, con dettagliate insegne pubblicitarie e griglie fognarie fumanti, risulta interessante. Un po’ meno lo sono le texture degli edifici, troppo carichi di grigio. Gli accenti sono stravaganti, mentre il “Lodate il Signore!” è almen banale.

Left Behind: Eternal Forces è un gioco RTS che si basa sull’evangelizzazione del male. Con una premessa molto discutibile e missioni praticamente identiche in quanto ad obiettivi, può essere un buon passatempo per la cura spasmodica di ogni unità e la capacità di divulgare il Verbo attraverso il livello di Spirito. Scarica la versione demo del gioco e scendi per strada a convertire l’Anticristo!

Icona di Left Behind: Eternal Forces

Tipo Demo

Versione Demo

Dimensione 191.51 MB

Altre versioni

Demo

Valutazione